Sostenibilità

Impegno per la sostenibilità 

Il modello d’impresa del Gruppo Banca Finnat si fonda sul concetto di responsabilità sociale, sul rapporto di fiducia costruito nel tempo con tutti gli stakeholder e sulla capacità di generare valore condiviso, con una crescente attenzione agli aspetti ambientali, sociali e di governance (fattori ESG).

Tale impegno trova riscontro non solo nell’operato quotidiano di tutti i professionisti che fanno parte del Gruppo ma anche nelle molteplici attività a servizio dei clienti: all’interno del Gruppo è diffusa e condivisa l’importanza di perseguire opportunità di crescita e sviluppo sostenibili che possano avere un impatto positivo sulla Banca, sul Gruppo e sulla collettività.

Alcune tra le iniziative sviluppate dal Gruppo Banca Finnat per promuovere questi valori sono le seguenti.

 

I valori dei cosiddetti fattori ESG all’interno della Banca e del Gruppo sono valorizzati in primo luogo attraverso il Codice Etico e il Modello 231. Il Codice Etico di Banca Finnat definisce i valori e i principi etici ai quali si ispira l’attività di Banca Finnat e delle sue Controllate: legalità, integrità, dignità e uguaglianza, qualità, etica degli affari, professionalità e collaborazione; esso esplicita i valori che la Banca riconosce, condivide e promuove, nella consapevolezza che tali principi rappresentino un importante volano per lo sviluppo economico, sociale ed ambientale. Il Modello 231, mantenuto ed aggiornato nel tempo, contiene principi, regole di comportamento e procedure operative, finalizzati a prevenire la commissione di illeciti e garantire un comportamento non solo rispettoso delle normative che regolano le diverse attività della Banca, ma anche eticamente corretto da parte di coloro che operano per conto della Banca. Il rispetto del Codice e del Modello è monitorato dagli organi di controllo e vigilanza preposti, tramite attività di verifica e approfondimento specifici. Tra questi organi, merita sottolineare l’Organismo di Vigilanza, chiamato a vigilare sull’adeguatezza e sul rispetto del citato Modello, organo collegiale composto da tre professionisti esterni alla Banca, collocato a diretto riporto del Consiglio di Amministrazione, in modo da garantirne l’autonomia.

La Banca ha deciso per tempo di caratterizzare il proprio processo gestorio affiancando alle valutazioni di tipo finanziario - sulle quali si basano tradizionalmente le scelte d’investimento – le analisi e le valutazioni dei fattori ambientali, sociali e di governance, con la finalità di orientare le scelte di portafoglio verso investimenti responsabili e sostenibili.

Tale operatività, inizialmente perseguita come best practice da parte dei gestori della Banca, si è poi trasformata in un preciso impegno:

- i criteri identificati per migliorare la qualità ESG dei portafogli e le modalità di mitigazione dei rischi ESG (criteri di esclusione) fanno ormai parte delle procedure della Banca;

- le principali linee di gestione patrimoniale si caratterizzano per l’attenzione a queste tematiche

La Banca è dunque impegnata verso gli investitori, anche contrattualmente, a perseguire l’ottimale rapporto rischio/rendimento, anche tenendo conto dei fattori ESG e rispettando predefiniti limiti e regole in materia. Analoghi provvedimenti si stanno adottando anche con riferimento agli altri prodotti gestiti dalla Banca (fondi e sicav).

Sin dal 2018 Banca Finnat ha avviato un progetto per sensibilizzare le PMI che hanno relazioni operative con la Banca sull’importanza dei fattori ESG, sulla loro valorizzazione nel modello di business e, più in generale, nell’organizzazione aziendale.

La Banca ha poi previsto, nell’ambito delle cosiddette ricerche su emittenti quotati, di inserire una sezione dedicata (ESG Highlights) che riporta i risultati dell’indagine, condotta dagli analisti della Banca presso ciascuna impresa secondo i seguenti step:

- somministrazione di un questionario, realizzato dalla Banca ed ispirato da analoghe prassi implementate dall’Integrated Governance Index, così da acquisire informazioni su numerosi aspetti rilevanti dal punto di vista ambientale, di governance e di impatto sociale;

- incontri di approfondimento con il management delle società oggetto della riceca nel quale far emergere tutti quegli elementi coerenti con le finalità ESG;

- adeguata rappresentazione degli esiti nella sezione ESG Highlights della ricerca e monitoraggio della loro evoluzione riportati negli “update” di ricerca.

Banca Finnat, fin dalle sue origini, considera la tutela del patrimonio artistico e culturale parte integrante della strategia del Gruppo e un fattore distintivo da preservare.

Il nostro Istituto custodisce e conserva un patrimonio composto da numerose opere d’arte tra dipinti, vasi, consolles, ceramiche ed arazzi. Tra i pittori più importanti presenti nella collezione del Gruppo Banca Finnat figurano personalità di primo piano della storia dell’arte italiana ed europea come Van Dyck, Rubens, Bassano, Lavinia Fontana, Brandi e molti altri.

Banca Finnat intende rafforzare il proprio impegno in progetti volti a valorizzare questo patrimonio, continuando a diffonderne la conoscenza presso il largo pubblico e a realizzare iniziative di promozione culturale.

Tra le varie iniziative culturali è da sottolineare il sostegno:

- all’Accademia Filarmonica Romana, una delle più antiche istituzioni musicali italiane fondata nel 1821;

- all’Associazione Amici della LUISS, che ha lo scopo, tra gli altri, di finanziare borse di ricerca per giovani laureati che intendono proseguire gli studi e avviarsi alla carriera scientifica.

Banca Finnat promuove e sostiene diverse iniziative ed associazioni volte ad aiutare bambini e adulti in difficoltà economica e sanitaria.

Di seguito alcune associazioni ed enti che nel tempo hanno avuto il nostro sostegno:

Ospedale A. Gemelli di Roma
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Associazione Peter Pan
Ospedale L. Spallanzani di Roma

 

Più di 120 anni di crescita costante per creare valore e per consolidare il patrimonio più importante: la fiducia dei nostri clienti.